L’Italia e il rischio infrazione: il problema non è l’Europa – EDITORIALE

Siamo vulnerabili: è la conclusione che si può trarre in breve dal rapporto sul debito pubblico italiano rilasciato dalla Commissione Europea.
38.400 euro per ogni cittadino è il peso del debito calcolato nel solo 2018, una zavorra che unita ad altri fattori frena ogni possibilità di crescita. Risultano evidenti le criticità dei provvedimenti simbolo dell’ultimo anno di governo, da quota 100 al reddito di cittadinanza, che aggravano lo stato già insostenibile dei conti pubblici.

Vignetta di Ingram Pinn per il Financial Times

Lo spettro dell’apertura di una procedura di infrazione a nostro carico ora non è più così lontano, con il rischio concreto di dover sentire nuovamente le grida di chi – pur colpevole – scarica le proprie inique responsabilità sull’Europa e le sue Istituzioni, sommergendole di improperi utili solo ad avvelenare un clima già pericolosamente teso. Si badi però che una simile reazione non sarebbe solo da incoscienti – o un riflesso grottesco tipico “di chi piange sul latte versato” –  ma rappresenterebbe la precisa e strumentale volontà (oserei dire criminale!) di generare e cavalcare malessere, puntando il dito sul nemico di volta in volta prescelto.
Continua a leggere . . .

Share Button

#IdeelibereForEurope🇪🇺 – “Idee e proposte per l’Europa del futuro: come rilanciare il processo d’integrazione europea”

PER REGISTRARSI COMPILA QUI (la partecipazione è libera con registrazione obbligatoria) ➡https://goo.gl/forms/Mke6kfGFzZjh2ABl2

L’Europa Unita è la più grande opportunità della nostra generazione: una comunità unica al mondo di diritti, democrazia e di storiche conquiste civili.
Un sogno, nato negli anni bui del secolo scorso, che oggi appartiene così tanto al nostro vivere quotidiano da correre persino il rischio di essere dato per scontato. Un errore che non possiamo e dobbiamo permettere!
Il progetto europeo, per quanto accaduto negli ultimi anni (vedi Brexit), ha perso la sua dimensione di implicita irreversibilità, rivelandosi forse troppo precario – e sicuramente limitato – per affrontare le sfide epocali richieste dal momento storico di grandi trasformazioni che stiamo attraversando.
Serve dunque un rinnovato e appassionato impegno creativo, per immaginare e costruire l’Unione Europea del prossimo futuro!
È questo il nostro obiettivo, ecco perchè crediamo sia fondamentale coinvolgere in un dialogo critico tutti i cittadini, le imprese, le associazioni, il mondo accademico e istituzionale: per confrontarci insieme su come rilanciare il processo d’integrazione europea.
Vi aspettiamo venerdì 15.03.2019, a Napoli!
#Ricominciamodaqui 💡

Share Button

Al di là delle bombe di camorra

Qualche anno fa, in uno dei nostri progetti nelle periferie dell’area Nord di Napoli, chiesi ai bambini di una quarta elementare di spiegarmi il significato che per loro aveva il termine “diritto”. Non mi aspettavo certo una definizione accademica, ero più che altro preparato a raccogliere esempi per approfondirli insieme durante la lezione. Rimasi invece molto colpito quando uno degli alunni, alla parola “diritto”, reagì mimando il gesto delle manette. Ricordo ancora l’espressione che aveva: seria, quasi torva. Appresi più tardi che la sua distorta visione del tema era la risultante di una serie di problemi giudiziari riguardanti alcuni suoi familiari. I bambini dopotutto sono come spugne: quello che vedono, ascoltano, vivono, inevitabilmente lo assimilano.

Parto da qui allora: da uno studente di quasi nove anni nato e cresciuto in periferia, in uno dei più difficili rioni della mia città, Afragola, oggi nota per essere al pari di un territorio di guerra, con otto attentati esplosivi di matrice camorristica registrati in appena venti giorni.

Continua a leggere . . .

Share Button

Pronti? Ricominciamo!💡

Le vacanze sono finite e non vediamo l’ora di ricominciare con le nostre attività!
Ti aspettiamo venerdì 7 settembre alle ore 19.00 nella nostra sede di Via Sportiglione, P.co S.Antonio, Afragola (Na).

Ci ritroveremo per scambiare due chiacchiere, confrontarci su nuove idee e programmare insieme le prossime iniziative.
Vieni a trovarci e se ti va raccontaci le tue proposte, saremo felici di ascoltarti e di parlarne insieme 

Non mancare! 

 

Share Button

Il dibattito del Lunedì

Dal regolamento di Dublino al caso #Aquarius, passando per la polemica con il Presidente francese Macron: cosa sta succedendo?

Negli ultimi giorni, a seguito di alcune drastiche scelte del governo italiano, il tema dei flussi migratori è tornato prepotentemente al centro del dibattito italiano ed europeo.
Ne parleremo approfonditamente lunedì sera, dati alla mano e confrontando idee diverse, facendo chiarezza nella solita palude di disinformazione e pregiudizio.
Vieni a dirci cosa ne pensi, TI ASPETTIAMO!

Appuntamento lunedì alle ore 19.30 nella nostra sede di Via Sportiglione, P.co S.Antonio, Afragola (Na).

*Durante la serata sarà servito un aperitivo*

Share Button

#AssembleaIdeelibere2018🇪🇺🇮🇹

Giovedì 19 aprile, alle ore 19.00, presso la nostra sede di Afragola sita in via Sportiglione, P.co S.Antonio, si terrà l’Assemblea Nazionale dei soci.
All’ordine del giorno i seguenti punti: 

– Relazione del Presidente e dibattito
– Approvazione bilancio preventivo 2018
– Verifica progetti e attività in corso
– Varie ed eventuali

Sarà possibile seguire i lavori sulla nostra pagina FB  ( https://www.facebook.com/movimento.culturale.ideelibere/ )
e sul nostro canale Twitter ( https://twitter.com/Movimentoidee ).

#Seguici #Ricominciamodaqui💡 #AssembleaIdeelibere2018🇪🇺🇮🇹
Share Button

#IdeelibereForEurope – FOTOGALLERY

#IdeelibereForEurope – Idee e proposte per sconfiggere l’euroscetticismo.”

Con gli studenti dell’ “Istituto E.Sereni” di Afragola si è svolta la prima fase di questo nostro nuovo grande progetto. Nei prossimi mesi porteremo l’iniziativa in tutta Italia, dialogando con i cittadini, approfondendo con loro le politiche europee e ragionando insieme su come rilanciare il processo d’integrazione. #Ricominciamodaqui💡

Continua a leggere . . .

Share Button

“I giovani e l’Europa: riprendiamo i lavori” – Articolo sul nostro nuovo progetto

“L’Europa cerca, a ragione, di darsi una politica e una moneta comune, ma essa ha soprattutto bisogno di un’anima.”
Queste le calzanti parole di un defunto giornalista francese, André Frossard, che magistralmente illustrano l’esemplare intento perseguito dal progetto “#IdeelibereForEurope”, promosso dal Movimento Culturale Ideelibere.
Continua a leggere . . .

Share Button

Madrid-Barcellona, dal Referendum per l’indipendenza al ruolo dell’Europa – EDITORIALE

(Editoriale pubblicato anche sull’edizione nazionale del Corriere Quotidiano)

Tante sono le immagini emblematiche del Referendum per l’indipendenza della Catalogna, ma forse una più di tutte rende le dimensioni di una crisi che poteva e doveva essere gestita in maniera differente: quella dei Mossos, il corpo di polizia regionale che sceglie deliberatamente di disobbedire agli ordini di bloccare le operazioni di voto. È una decisione drastica che segna uno spartiacque importante per gli eventi che stiamo analizzando. Dalla ribellione della polizia catalana, infatti, la situazione appare quasi irreversibile, la percezione stessa dell’autorità dello Stato spagnolo risulta compromessa e il principio di legalità sembra passare in secondo piano rispetto a valutazioni ideologiche (fatto impressionante se si contestualizza in una democrazia europea del ventunesimo secolo).

Continua a leggere . . .

Share Button

Italia – “House of Cards”: con la sindrome di Underwood non si è credibili – EDITORIALE

(Editoriale pubblicato anche sull’edizione nazionale del Corriere Quotidiano)

Spesso è la “credibilità internazionale” ad essere invocata con vigore bipartisan per incoraggiare l’adozione di decisioni necessarie, eppure quanto visto in questi giorni in Parlamento se può rovina ancor più l’immagine già sbiadita che si ha all’estero del nostro Paese.
Italia politicamente poco autorevole non per i suoi iter istituzionali, come una tesi molto in voga pre/post referendum del 4 dicembre voleva e vuole far credere, ma per l’incapacità della sua classe dirigente di concepire ed elaborare programmi e proposte che sappiano andare oltre la strumentale lettura dell’immediato e di guardare al medio/lungo periodo prescindendo da valutazioni elettorali e richiami populisti.
Siamo dunque nel momento in cui il mero egoistico calcolo strategico prevale sull’interesse collettivo, in cui ogni forza politica è autoreferenzialmente disposta a sacrificare qualsiasi cosa pur di vincere – o NON far vincere – le elezioni, esattamente come farebbe il personaggio Frank Underwood interpretato da un magistrale Kevin Spacey nella celebre serie “House of Cards”.
Continua a leggere . . .

Share Button