Nel 2016 Italia al 77°posto per libertà di stampa. Ce lo meritiamo proprio?

Ed eccoci qui, come ogni anno, a commentare il rapporto di Reporters sans Frontières (RsF) sulla libertà di stampa nel mondo, con una classifica che conta ben 180 Paesi e che nel 2016 ci vede scendere ancora di quattro posti; dal 73mo al 77mo. Vince ancora, da sei anni a questa parte, la Finlandia, il paradiso dei giornalisti, mentre a seguire troviamo Olanda, Norvegia, Danimarca, Nuova Zelanda, Costa Rica, Svizzera, Svezia, Irlanda e Giamaica. Queste le prime dieci posizioni. (Clicca qui per vedere la classifica completa)
Continua a leggere . . .

Share Button

E voi l’Oscar a chi lo avreste dato?

Da poco trascorsa l’affascinante notte degli Oscar, abbiamo pensato di offrire ai nostri lettori i giusti strumenti per leggere ed interpretare alcuni dei film che hanno partecipato alla serata di gala, vincitori o meno, comunque degni di nota e di attenzione!
Buona lettura!
Continua a leggere . . .

Share Button

Giulio Regeni: un “cervello in fuga” colpevole di aver inseguito i suoi sogni

12714467_10208480502877917_2063216299_n

Giulio Regeni – giovane ricercatore italiano brutalmente assassinato in Egitto

Il periodo storico che stiamo vivendo è forse uno dei più travagliati, sconvolgenti e particolari che si siano mai visti fino ad oggi. I problemi, le incertezze che ciascuno di noi è costretto a vivere quotidianamente non si discostano molto da quelli dei nostri avi. Eppure un cambiamento c’è stato ed è innegabile. Il mondo della globalizzazione ha acuito a dismisura i malesseri, i conflitti (bellici e non) tipici delle società umane, rendendoli, oserei dire, mondiali. E’ per questo che siamo costretti a vedere i nostri giovani fuggire altrove in cerca di un futuro, in posti in cui non è vana la speranza di poter vedere realizzati i propri sogni.Giulio Regeni era uno di quei giovani.
Continua a leggere . . .

Share Button

Il ventre di Scampia – INTERVISTA ad Emanuele Cerullo

eventoIl suo nome è Emanuele Cerullo, ha 22 anni e viene da Scampia. Nella vita studia lettere all’università Federico II e fa il poeta, di professione e per passione, per intuito, per amore. Emanuele con la sua arte nata come semplice forma di espressione, quasi per esigenza di comunicare, ha costituito spesso un caso mediatico, non tanto perché da quando aveva tredici anni scrive poesie e le scrive bene, quanto piuttosto perchè Emanuele vive e fa il poeta in una realtà come Scampia. Incuriositi da questa nuova promessa della letteratura e dalla sua storia, in occasione della presentazione del suo secondo libro che si terrà l’11 febbraio presso “Il Tempo del Vino e delle Rose” a piazza Dante, lo abbiamo intervistato.
Continua a leggere . . .

Share Button

IRRATI e la discriminazione territoriale

Applicare le regole: è questo che fa la differenza nella società, è questo che fa la differenza in un campo di calcio. Una sola persona può garantire tutto questo in uno stadio: l’arbitro; una sola nella società: il giurista. Ebbene questa volta ci troviamo di fronte a un connubio perfetto: Massimiliano Irrati, avvocato di professione e arbitro dal 1996, una persona che ha fatto delle regole la sua vita.
Continua a leggere . . .

Share Button

Io so e ho le prove – RECENSIONE

“Io so ma non ho le prove”. Così recitava Pasolini a proposito della corruzione delle grandi istituzioni.
“Io so e ho le prove”. Questa la confessione di un ex bancario, Vincenzo Imperatore, che decide di scrivere un libro, con omonimo titolo, e raccontare tutto ciò che ha visto, scoperto e nascosto lavorando per anni al servizio di una delle più grandi istituzioni mondiali, da lui soprannominata “Mamma Banca”.
Continua a leggere . . .

Share Button

La signorina Giulia – Recensione

Un dramma di istinti, grigio nel suo tono come nel significato più profondo, quello della “Signorina Giulia”, tragedia svedese in atto unico in scena al Mercadante dal 13 al 31 gennaio 2016 per la regia di Cristiàn Plana.

Continua a leggere . . .

Share Button

SI RIPARTE: l’orologio astronomico di Praga

L’attesa è stata lunga, ma finalmente dopo l’ultima sosta al Fringe Festival di Edimburgo, si torna a viaggiare intorno al mondo alla ricerca di aspetti affascinanti di altri paesi più o meno noti.La prima tappa del 2016 è in Repubblica Ceca, nello specifico nella capitale Praga,  città dall’indubbio fascino e famosa per l’unione di diversi stili architettonici, dal gotico al barocco al moderno.
Continua a leggere . . .

Share Button

Cultura e tradizioni: “Il carnevale baianese”

Le feste e le tradizioni legate alla cultura popolare non stancano mai, costituiscono una risorsa culturale ed economica importante per ogni popolo consentendo a ciascuno di promuovere e valorizzare il proprio territorio locale. Scoprire più a fondo le vecchie radici significa, quindi, conoscere se stessi in relazione all’ambiente circostante in cui si vive.
Continua a leggere . . .

Share Button

Piersanti Mattarella

La Sicilia degli anni 70, 80 e 90 del Novecento è stata protagonista di periodi molto bui legati dalla presenza di Cosa Nostra nel territorio, e dal legame di quest’ultima con la politica. Continua a leggere . . .

Share Button