Caso Roveri, perizia choc: assolto dall’accusa l’aggressore perchè non mortali le coltellate

Nel 1935 uno sconcertante fatto di cronaca spinse Frida Kahlo a mettere su tela  “Qualche colpo di pugnale” : la cruda raffigurazione dell’omicidio di una donna uccisa dalla inarrestabile gelosia del marito. L’artista – ispirata dalle sue personali sofferenze e da una delle dichiarazioni dell’uomo che si difese davanti al giudice dicendo: “ma era solo qualche colpo di pugnale” – realizzò un’opera tanto significativa da essere considerata uno dei primi manifesti contro la violenza femminile.
Continua a leggere . . .

Share Button

Eurosteel 2014: L’Europa sceglie Napoli come sede del Congresso

Lo scorso 10 settembre, presso l’Università degli studi Napoli Federico II, nella sede di Monte Sant’Angelo ha avuto luogo la settima edizione dell’Eurosteel, il Congresso Europeo dell’acciaio e delle strutture composte.

Continua a leggere . . .

Share Button

Settantuno anni dopo: la storia si intreccia tra quotidianità ed indifferenza

Era un venerdì 12 settembre, correvo per non presentarmi in ritardo al ricevimento di un professore, scesi alla fermata “Università” della linea I della metropolitana, e,mentre prendevo un caffè, adocchiai la lapide commemorativa presente sull’ingresso del Palazzo della Borsa di Piazza Bovio; una strana coincidenza volle che quel giorno fosse 12 settembre, quello di 71 anni dopo i fatti di settembre, quei fatti che anticiparono le “Quattro Giornate” .

Continua a leggere . . .

Share Button

L’Esposizione Universale: sulle opere d’arte all’Expo Milano 2015

L’Expo Milano 2015 è un’esposizione universale, ovvero una delle rassegne espositive che si tengono ogni cinque anni, di durata plurimensile, seguendo un tema specifico. Dal 1 Maggio 2015 al 31 Ottobre dello stesso anno, l’Esposizone Universale si terrà a Milano, con il tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Continua a leggere . . .

Share Button

REAL FERDINANDO: il ponte sospeso in ferro sul Garigliano

i ponti progettati da Luigi Giura

i ponti progettati da Luigi Giura

“Lassate fa ‘o guaglione”. Si narra che furono queste le parole di Ferdinando II a chi gli consigliò di interrompere i lavori del Ponte Real Ferdinando sul Garigliano. Era il febbraio del 1828 quando Francesco I di Borbone, padre di Ferdinando, incaricò l’ingegnere di stato Luigi Giura di progettare un ponte per l’attraversamento del Garigliano. Primo ponte sospeso in ferro realizzato in Italia e secondo in Europa dopo quello in Gran Bretagna del 1824. Continua a leggere . . .

Share Button

Referendum per l’indipendenza della Scozia: la vigilia di un evento storico

Dovrebbe la Scozia essere uno stato indipendente?” Questa è la domanda che sarà sottoposta giovedì 18 settembre 2014, dalle 7 alle 22, ai circa 4.280.000 scozzesi, residenti in Scozia e con più di 16 anni di età.

Continua a leggere . . .

Share Button

Mare Nostrum (?) L’immigrazione in Italia tra guerra e criminalità organizzata

Discutere dell’immigrazione in periodi critici come questi è un compito sicuramente non semplice, sia per chi si appresta a scrivere per informare, sia per chi semplicemente sente il bisogno di esprimere la propria posizione in merito. Continua a leggere . . .

Share Button

“LA BUONA SCUOLA” DI RENZI

È settembre, le vacanze sono finite e si ritorna a scuola. Ma quest’anno pare esserci un nuovo compagno di classe: il premier Matteo Renzi. Infatti negli ultimi giorni il premier e i ministri sono stati in visita in diversi istituti per testimoniare come la scuola sia una priorità per il governo.        Continua a leggere . . .

Share Button

“L’Ice Bucket Challenge”: la nuova beneficenza

Partita dall’America, la nuova “moda” dei secchi di acqua gelata ha invaso il web. Sui principali social, Twitter, Instagram ma soprattutto su Facebook, sta spopolando quella che è stata definita “la gara di solidarietà”. Continua a leggere . . .

Share Button

Foley, Sotloff, Haines: l’esecuzione di tre giornalisti in Siria

James Foley, Steven Sotloff, David Cawthorne Haines: questi i nomi dei due giornalisti americani ammazzati in Siria. Le loro morti sono state diffuse attraverso tre video da 3/4 minuti circa, entrambi “messaggi all’America”. Basta un click per assistere all’orrore. Il boia è un membro dell’Isis (Stato Islamico dell’Iraq e del Levante), gruppo estremista talmente violento che persino Al Qaeda se n’è distanziata. Continua a leggere . . .

Share Button